English version English Version

Singer

 Stefano Luigi Mangia, cantante/compositore i cui interessi spaziano dal jazz, alla musica contemporanea, alle improvvisazioni radicali, nasce a Galatina (Le) il 17/09/1981.

Presso “Università degli Studi di Lecce”:

1) Nel 2004 consegue Laurea di I livello in “Scienze della Comunicazione”.

Presso “Conservatorio Nino Rota di Monopoli”:

2) Nel 2008 consegue Laurea di I livello all’interno della classe di “Musica Jazz” del M° Gianni Lenoci (voto 110/110).

3) Nel 2008 consegue Master di I livello inerente la “Composizione vs. Improvvisazione Jazz e Nuovi Linguaggi” che gli permette di studiare con noti musicisti quali Gianni Lenoci, Stefano Battaglia, Joelle Léandre, Carlos Zingaro, Franco Degrassi, Paolo Damiani, Eugenio Colombo, Markus Stockhausen.

4) Nel 2011 consegue Diploma di Sassofono.

5) Nel 2013 consegue Laurea di II Livello in "Musica Jazz e Nuovi Linguaggi Musicali" ad indirizzo Compositivo/Interpretativo (voto 110/110 e Lode con Menzione Speciale).

Ha suonato/cantato con importanti musicisti della scena jazzistica italiana ed internazionale, tra i quali lo stesso Gianni Lenoci, Maurizio Quintavalle, Marcello Magliocchi, Gaetano Partipilo, Karl Berger e Ingrid Sertso, Steve Potts, Markus Stockhausen, Paolo Damiani, Irene Aebi, Sabir Mateen.

E' stato invitato a partecipare al "Festival di Musica Contemporanea Urticanti 2007".

Il 16 Luglio 2008, in occasione della IV edizione del "Festival Bari In Jazz”, canta in “InstantOpera” con Bobby McFerrin all’Arena delle Vittorie.

Il 24 Luglio 2009, in occasione della V edizione del "Festival Bari In Jazz”, partecipa al progetto “Sussuri”, all’interno del quale scrive e cura personalmente l’arrangiamento di alcune composizioni.

Il 31 Ottobre 2012 prende parte all’ensemble “Il Tempo Sospeso”, in un concerto per e con Sylvano Bussotti.

Nell'Aprile 2014 collabora all'opera multimediale "Qui non c'è perchè" del compositore Andrea Molino, edito da Raitrade.

Il 16 e 17 Settembre 2014 cura gli arrangiamenti e la direzione di un Workshop per le classi di Musica Jazz del Conservatorio di Monopoli.

Il 12 ottobre 2014 partecipa alla 58sima ed. della "Biennale di Venezia" nell'opera del compositore albanese Admir Shkurtaj.

Nell’ambito degli studi e ricerche, tra tradizione e sperimentazione, Mangia ha approfondito le conoscenze sulla vocalità mongola (canto armonico) con Tran Quang Hai, sulle tecniche di canto della tradizione Pakistano e Nord Indiana e più in generale sugli studi inerenti le vocalità extra-europee. 

Per "Glissato Edizioni" è curatore della collana "Nuovi Linguaggi Musicali".

 

Discografia:

2009: Stefano Luigi Mangia feat. Gianni Lenoci, "Painting on Wood - Pittura su Legno", Leo Records - LR 536.

2012: S.L. Mangia/A. La volpe/S. Ladisa/A. Urso, "Ulysses", Leo Records - LR 627.

2014: S.L. Mangia/A. La Volpe/G. Distante, "Glad To Be Unhappy", Leo Records - LR 692.

2014: S.L.  Mangia/G. Lenoci, "cagExperience", Amirani Records - AMRN 039/03-C.

 

Collaborazioni:

2008: Stefano Luigi Mangia in "EPHEMERAL2": [DISCO PUBBLICATO DALL'ETICHETTA SVIZZERA INSUBORDINATIONS NETLABEL ] GIANNI LENOCI & HOCUS_POCUS IMPROVISERS ORCHESTRA ephemeral2 * ":freejazz & contemporary big ensemble.

2014: Bija, SLAM production, 2014, con Gabriele Di Franco (guitar and loops), Francesco Pellizzari (drums and percussion), Marco Puzzello (trumpet and flugelhorn) Emanuele Coluccia - sax (on Apnea and Gonna), Stefano Luigi Mangia - voice (on AR).

2014: Claudio Milano, NichelOdeon/InsOnar - UKIYOE (Mondi Fluttuanti), Snowdonia - SW077.

2015: Amir Shkurtaj, Kater I Rades. Il Naufragio, AnimaMundi Edizioni - Cd 32, 2015.

 

Pubblicazioni:

1) 2014: S. L. Mangia, FONE'. I rischi di un disequilibrio somato-gnosico-ambientale, Edizioni Diaforia, 2014. (saggio breve di vocologia).

2) 2014: The Experience Of Freedom: Steve Potts (Dvd), di Pietro Rosato e Stefano Luigi Mangia, Glissato Edizioni, Alezio, 2014.

3) 2013: Pablo Montagne, "Mirror", Vol. I, (a cura di) Stefano Luigi Mangia, Glissato Edizioni, Alezio, 2013. [partitura - ISMN: 979-0-705060-04-1]

4) 2013: Stefano Luigi Mangia, “Trubuluru”, Glissato Edizioni, Alezio, 2013.                              [partitura – ISMN: 979-0-705060-00-3]

5) 2013: Stefano Luigi Mangia, Ruzzle”, Glissato Edizioni, Alezio, 2013.                                   [partitura – ISMN: 979-0-705060-02-7]

6) 2013: Stefano Luigi Mangia, Moddètto”, Glissato Edizioni, Alezio, 2013.                               [partitura – ISMN: 979-0-705060-01-0].

7) 2012: Stefano Luigi Mangia, "Stratosfonie", Florestano Edizioni, Bari, 2012.                       [partitura - ISMN: 979-0-705024-60-9].

8) 2004: Stefano Luigi Mangia, "Adolescenze: dodici scuole rispondono sull'aggressività", in AAVV, "Quaderno di COMUNICazione. Rivista di dialogo tra culture - riconoscere/riconoscersi", N° 4, Besa Editrice, Nardò, 2004, pp. 154-170. (extra-musicale). [ISBN: 88-497-0304-X].

 

 

- Singer/Composer/Educator -

Info Contact

mangia_stefano@libero.it